Chiusura progetto Gli horti nel tempo

Coltura e cultura degli orti nel segno delle civiltà e del cambiamento. Da Sassari un orto in ogni comune

L’ultimo appuntamento del Progetto Orto si svolge la mattina del 30 aprile 2019 presso la Sala dell’Assessorato alle Politiche culturali e Turismo del Comune di Sassari, in Largo Infermeria San Pietro. L’evento, organizzato dall’Istituto di Storia dell’Europa mediterranea del Consiglio Nazionale delle Ricerche e dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, rappresenta la giornata di restituzione del Corso di formazione sulla pratica orticola, tenutosi a Sassari, presso Casa Serena, e conclusosi a metà del mese di aprile 2019. Durante i lavori i convegnisti descrivono l’attività svolta nei primi mesi dell’anno (gennaio - aprile 2019) sia dal punto di vista scientifico sia sotto il profilo pratico. Il principale obiettivo tuttavia è mostrare i risultati dell’orto attraverso l’esposizione delle cassette curate da ciascuno dei ragazzi frequentanti il corso e contenenti ortaggi e piante da loro coltivati. Alla fine della mattina è prevista la cerimonia di consegna degli attestati di partecipazione a quanti hanno seguito con regolarità e impegno, fornendo soprattutto ai migranti regolari presenti sul territorio sardo uno strumento utile per il loro percorso di integrazione lavorativa.

  • In evidenza

Comunicato stampa

30/04/2019 ore 9:00 – 13:00, Assessorato alle Politiche Culturali e Turismo, Largo Infermeria San Pietro, Sassari "

Per mesi il Progetto Gli horti nel tempo. Coltura e cultura degli orti nel segno delle civiltà e del cambiamento. Da Sassari un orto in ogni Comune (linea progettuale all’interno del macro Progetto “Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna”) ha unito comunità del territorio e comunità migranti nella coltivazione di orti urbani. Martedì 30 aprile, dalle ore 9:00, nella sala conferenze dell'ex Infermeria San Pietro, un Convegno conclusivo sarà l'occasione per presentare il lavoro e i risultati raggiunti in questo periodo.

Destinatari del percorso, che puntava a stimolare la socializzazione nella condivisione di un lavoro comune, sono stati gli ospiti del Pime e del Pagi di Sassari, gestiti dalla SDP Servizi, e cittadini e cittadine sassaresi. Una delle sedi scelte è stata Casa Serena, sede del corso formativo sul sistema degli orti tenuto da tre docenti dell'Università di Bologna, Giovanni Bazzocchi, Giorgio Giacquinto e Nicola Michelon in collaborazione con l’Istituto di Biometeorologia di Bologna, con il coordinamento di Alessandra Cioppi e Maria Elena Seu.

Una trasmissione di esperienze e saperi tra diverse culture che rientra nel progetto ideato dal Cnr-Isem, Istituto di Storia dell'Europa mediterranea in accordo con il Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali, e grazie alla collaborazione dell’Assessorato alle Politiche sociali e l’Assessorato alle Politiche ambientali del Comune di Sassari. L’iniziativa è stata realizzata sul territorio grazie anche al contributo del Comitato Rizzeddu-Monserrato, della cooperativa Coopas e degli eco-volontari dell’associazione Caterpillar.

Responsabili scientifici del progetto sono Alessandra Cioppi (Isem-Cnr), Maria Elena Seu (Isem-Cnr) e Giovanni Piero Sanna, dirigente del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (MiPAAF).

Il Convegno “Gli horti nel tempo coltura e cultura degli orti nel segno delle civiltà e del cambiamento” si apre con i saluti istituzionali del Sindaco Nicola Sanna; di Giovanni Piero Sanna, Direttore dell'Ufficio dirigenziale Agret III, Politiche migratorie e Progetti europei Fami del Mipaaf; di Pina Ballore, Assessora alle Politiche sociali e Pari Opportunità; di Fabio Pinna, Assessore alle Politiche agro-ambientali; di Manuela Palitta, Assessora alle Politiche culturali e al Turismo; di Barbara Fozza, Direttrice di Casa Serena; di Paolo Giuliani della cooperativa Coopas; di Alessandra Cioppi, direttrice dell’Isem-Cnr e responsabile del Progetto “Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna” (Cnr-Isem / MiPAAF) e di Maria Elena Seu, assegnista di ricerca del progetto “Migrazioni & Mediterraneo. L’Osservatorio Sardegna” (Cnr-Isem / MiPAAF) e co-responsabile. Seguiranno gli interventi di Nicola Michelon del Distal (Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell'Università di Bologna) Stefano Predieri, Giulia Maria Daniele e Edoardo Gatti (Cnr-Ibimet Bologna), di Angela Laconi dei Servizi società cooperativa Sociale di Sassari. Chiuderanno le testimonianze di Keba Sonko del Gambia, Iboi Jeffery di Nigeria e Luca Usai, dell'associazione Auser Onlus di Sassari.